menu close menu

Sancta Chiara

 

Il Candeliere di Sancta Chiara è costituito da una base  nella quale sono incisi motivi sardi. La parte superiore,  contiene dipinti che raffigurano Santa Chiara, protettrice del quartiere ; la Vergine Assunta e simboli mariani.

La colonna,  la parte più interessante del Candeliere, fu ritrovata in uno stanzino della Cattedrale e affidata dal Capitolo all’Associazione allora Comitato “ Valorizzazione delle tradizioni iglesienti “ per il restauro; l’ebanista che lo restaurò ( il compianto Dario Matta) disse che, a suo parere, la colonna doveva essere datata al 1600 e che v’erano molte tracce di lavorazione con tornio ad acqua. Il giorno di Ferragosto  viene fissata sulla cima una coppa d’argento ( opera della Scuola Argentieri di Iglesias e dell’artista Vasari, oggi scomparso).

In essa sono rappresentati la Cattedrale, lo stemma vescovile  dell’allora Vescovo d’Iglesias, Mons. Arrigo Miglio, i Santi Antioco e Chiara e il tornese dei Donoratico, moneta coniata ad Iglesias . I portatori indossano una casacca nera, bianca e azzurra. Il Candeliere, in processione è preceduta da uno stendardo nel quale è raffigurata  Santa Chiara patrona del quartiere, alla quale è intitolata la Cattedrale ( unica al mondo dedicata alla Santa).